Riflessioni Su Chiesa E Cristianesimo (ebook)

Riflessioni Su Chiesa E Cristianesimo (ebook)

0,99
AÑADIR FAVORITONo disponible+ info

Información

Envío y devoluciones

È sempre difficile parlare di questo argomento perché l'attuale umanità si basa sull'individualismo di popolo e razza, le religioni seguono ed accentuano questo individualismo ed anzi è un immediato mezzo di identificazione. Sempre per meglio distinguersi sono state create filosofie, sottoreligioni, dottrine e forme sociali che tendono a separare e ad estromettere i non appartenenti. Questa suddivisione però da origine al settarismo, al radicalismo ed al fondamentalismo e la conseguenza è che la vita serena e pacifica delle razze e dei popoli è compromessa, mentre le diverse religioni che comunque credono in un unico Dio dovrebbero unire tutte le genti sotto l'unico Padre generatore di vita. Ogni scuola di religione esclude dall'insegnamento tutto ciò che non le è proprio e questo è particolarmente vero per la chiesa cattolica che si considera l'unica e vera. La conseguenza è che l'umanità ignora completamente tutte le altre forme di fede e il rapporto tra spirito e materia perché non viene più insegnato né dalle scuole né dalle chiese che si sono adeguate nei secoli al volere di re, imperatori, dittatori e presidenti tralasciando la loro vera missione di insegnare quelle verità che avrebbero potuto creare scontento e ritorsioni da parte dei governi del momento spesso salvaguardando la propria pelle più che l'anima umana, tanto: Dio perdona sempre e i potenti mai! Per questi motivi si è diffusa, e dura ormai immutata da Costantino in poi, l'opinione comune che la vita umana durerebbe solo dalla nascita alla morte, esclusivamente sulla Terra, senza mai più ripetersi. Concetto già espresso dai Sadducei secondo i quali: “Non vi è resurrezione e non vi è reincarnazione”. Tutto ciò che sta prima della nascita e dopo la morte è argomento da non trattare se non come inferno, purgatorio o paradiso. Eppure ci viene insegnato che Dio ha creato il mondo in sei giorni e il settimo giorno si riposò. Orbene se l'uomo è stato creato congiuntamente alla creazione miliardi di anni fa dove rimane “parcheggiato” in attesa di nascere poi quell'unica volta? Non è già questa una condanna? E anche ammettendo che ogni uomo viene “sfornato” da Dio ex novo al momento della nascita perché non siamo tutti uguali, sani e con le stesse condizioni economiche alla nascita? DALLA PREFAZIONE.


Detalles del ebook
ISBN:
9788897587941
Editorial:
editrice GDS
Formato:
PDF
Idioma:
Italiano
Género:
Filosofía
Subgénero:
Filosofía

Referencia:

8897587941 |

EAN:

9788897587941